meta name="Keywords" content="politica, letteratura, fotografia,società" /> faresicurezza | RUBRICA | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

faresicurezza
libero blog Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria Venezia (Clicca su Diario ed entra nel mondo di faresicurezza)
diari di viaggio
1 marzo 2014
Cerimonia "San Basilide"
CULTURA
23 febbraio 2014
Convegno....verso una nuova Europa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. centrostudi europa

permalink | inviato da codreanu il 23/2/2014 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
8 febbraio 2014
Museo virtuale Polizia Penitenziaria

Venezia

Sfruttando le nuove vie della comunicazione, utilizzando il noto social network, Facebook, si è dato vita al primo museo virtuale dedicato alla Polizia Penitenziaria, fruibile grazie a internet, tablet e smartphone. Idea, progettata, e sviluppata dai componenti della sezione veneziana dell'Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, Filomeno Porcelluzzi e Michele Di Noia, è stato scelto questo canale informatico, per raggiungere le fasce più giovani degli "internauti", affinchè si possa conoscere il lavoro svolto dalla Polizia Penitenziaria.

Vecchie fotografie, vecchi documenti per ricordare "come eravamo" per non dimenticare le origini del Corpo, ma anche per fare una comparazione con l'oggi per capire come e quanto sono cambiate le cose.

Tanto è stato fatto, ancora molto resta da fare, ma senza scordare il passato, il materiale fotografico e storico inserito, consentirà di ripercorrere la storia e l'evoluzione del Corpo, senza tralasciare il periodo dell'antica Serenissima Repubblica di Venezia, ogni sala è suddivisa in più temi, che mostrano con chiarezza l'evoluzione del Corpo e del sistema carcerario.

Il "Museo virtuale Polizia Penitenziaria" è stato dedicato alla figura del Maresciallo Maggiore Scelto, Francesco Di Cataldo, originario di Barletta, in servizio presso la Casa Circondariale di Milano –San Vittore, assassinato dalle Brigate Rosse il 20 aprile 1978, Medaglia d'Oro al Valore Civile alla memoria.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. museovirtualepoliziapenitenziaria

permalink | inviato da codreanu il 8/2/2014 alle 14:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
diritti
8 febbraio 2014
impiegare detenuti in lavori di pubblica utilia'

Impiegare i detenuti non pericolosi, compresi quelli già destinatari di misure alternative, nelle attività di pubblica utilità. E' la proposta lanciata dal segretario regionale del Sappe, Francesco Campobasso, a seguito dell'alluvione verificatasi a Modena e sulla scorta di quanto già avvenuto in occasione del sisma del 2012. "Nei giorni scorsi infatti - precisa Campobasso - un consistente numero di poliziotti penitenziari si è adoperato per aiutare i colleghi colpiti dall'evento meteorologico".

Il segretario regionale del sindacato di Polizia Penitenziaria sottolinea inoltre che: "tale proposta richiama i contenuti dell'intesa sottoscritta tra l'Anci (associazione comuni italiani), ministero della Giustizia e Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, che consente, appunto, a determinate categorie di detenuti, di accedere ai lavori esterni di pubblica utilità, come pulizia dei parchi e delle strade". "Riteniamo tale iniziativa di grande interesse, anche nell'ottica delle attività di reinserimento sociale dei detenuti" conclude Campobasso.
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavorodetenuti sappe

permalink | inviato da codreanu il 8/2/2014 alle 14:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
diritti
8 febbraio 2014
POLIZIA PENITENZIARIA.....OGGI
Oggi, forse più che mai, la Polizia Penitenziaria sta vivendo un periodo di forte abbandono da parte di coloro che dovrebbero porla nelle condizioni di
operare con efficacia a favore della sicurezza dei cittadini.
Giungono da più parti e sempre più numerose segnalazioni di carenze di
ogni genere: carburante, carta, vestiario, fondi per la manutenzione delle
strutture e per il mantenimento delle condizioni igieniche minime.
I responsabili dei vari uffici fanno i salti mortali per riuscire a far funzionare la macchina della sicurezza.
Si fanno sentire sempre più forte gli effetti di questi provvedimenti.
Beninteso, non possiamo astenerci dal denunciare l’annoso problema legato al personale.
Non parliamo poi degli organici, e la situazione è destinata a peggiorare.
Le incertezze del momento spingono molti colleghi, appena raggiunto
il minimo per andare in pensione, a lasciare il lavoro. Peccato che per cinque poliziotti che lasciano il servizio solo uno viene inserito»
Lo Stato risponde tagliando invece in modo orizzontale e sconsiderato i fondi da destinare al Comparto Sicurezza, accorpando il tutto con la dicitura pubblico impiego.
Ormai stiamo andando versa la paralisi totale della sicurezza , non vi sono più risorse umane per un normale turn over, e dunque gravi carenze di personale, gravi carenze di strumenti idonei ai vari servizi e si potrebbe continuare all’infinito.
Dopo la drastica riduzione delle risorse, le situazioni segnalate sono veramente tante, importanti e gravi se si tiene conto delle carenze evidenziate”.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poliziapenitenziaria

permalink | inviato da codreanu il 8/2/2014 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sentimenti
7 febbraio 2014
Per non Dimenticare......

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poliziapenitenziaria pernondimenticare

permalink | inviato da codreanu il 7/2/2014 alle 22:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
7 febbraio 2014
Museo virtuale Polizia Penitenziaria
fotografia
6 febbraio 2014
Polizia Penitenziaria al servizio del Paese

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cinofili poliziapenitenziaria

permalink | inviato da codreanu il 6/2/2014 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
6 febbraio 2014
MUSEO vIRTUALE polizia penitenziaria
https://it-it.facebook.com/pages/Museo-virtuale-Polizia-Penitenziaria/621656347895088

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poliziapenitenziaria

permalink | inviato da codreanu il 6/2/2014 alle 23:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
15 dicembre 2009
CARCERI: SAPPE, PREOCCUPA SOVRAFFOLLAMENTO A VIGILIA NATALE

''Troppi detenuti costretti a vivere in spazi ridottissimi, dove
crescono le tensioni anche in relazione all'approssimarsi delle Feste
natalizie''. E' quanto denuncia Donato Capece, segretario generale del
Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, commentando i recenti
fatti di cronaca ed i dati penitenziari nazionali aggiornati al 10
dicembre: ''34 dei 204 istituti penitenziari italiani ospitano piu' del
doppio delle persone previste, pari al 16% del totale. 171 sono invece le
carceri 'fuori legge' che superano la capienza regolamentare cioe' l'83%
del totale. Il totale delle persone detenute e' di 65.774, oltre 22.500 in
piu', tra uomini e donne (pari al 152%), di quelle previste dai posti
disponibili''. Secondo Capece, ''vi sono insomma tutte le condizioni per
sostenere che nella carceri italiane non vi e' proprio nulla da
festeggiare. Tutto cio' viene ormai comunemente riassunto con la parola
sovraffollamento ed e' un termine talmente inflazionato che questi numeri
non fanno piu' notizia. Per noi del SAPPE invece, si tratta di condizioni
di lavoro e di vita impossibili da sostenere ed oltre al danno di cercare
di lavorare in condizioni simili si aggiunge l'altro danno di essere
considerati la causa del problema visto che ormai l'attenzione si e'
spostata su presunti, ripetiamo, 'presunti' abusi da parte di singoli
poliziotti''. ''Gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria sono i primi e
finora gli unici rappresentanti dello Stato che stanno subendo le
conseguenze di comportamenti isterici di politici dell'opposizione come
della maggioranza - ha aggiunto Capece - che lanciano slogan al proprio
elettorato di riferimento proponendo un giorno maggiore sicurezza e un
altro giorno maggiori diritti per le persone detenute. Tutto cio' e'
semplicemente disonesto nei confronti del proprio mandato istituzionale e
nei confronti della Polizia Penitenziaria che 24 ore su 24 per 365 giorni
l'anno deve rimediare alle incapacita' della politica di fronteggiare
questa situazione. Alcuni politici dell'opposizione si ergono a paladini
della giustizia e difensori dei diritti dei detenuti mentre non fanno
altro che cavalcare l'onda della protesta nei nostri confronti che loro
stessi hanno generato senza mettere in piedi una proposta seria e precisa
su come uscire fuori da questa emergenza

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sappe

permalink | inviato da codreanu il 15/12/2009 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
diritti
22 luglio 2009
TRASPORTI - RIMBORSI PER RITARDI E DISAGI
Dal 14 luglio si può ottenere immediatamente il bonus per il ritardo del treno o per il guasto dell'impianto di climatizzazione. Verrà verificato subito se c'è il diritto al bonus e questo sarà erogato direttamente al viaggiatore, che deve solo consegnare il biglietto. Ecco come richiedere il bonus trenitalia. Fino al 30 settembre ci sono due modi.

Richiedere il bonus rimborso con il modulo

1.Compilare l'apposito modulo di richiesta bonus rimborso, allegando il biglietto, in una busta che si può trovare presso le biglietterie e gli uffici informazioni delle stazioni.
2.Consegnare la busta presso le biglietterie, gli uffici assistenza e informazioni o inviarla per posta entro 12 mesi dalla data del viaggio.
Il bonus viene inviato a domicilio entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

Attenzione: questa possibilità è prevista solo fino al 30 settembre 2009.

Richiedere il bonus rimborso e riceverlo direttamente
Dal 30 settembre il modulo sparisce e la consegna del bonus sarà sempre immediata. Il viaggiatore, trascorsi 20 giorni dalla data del viaggio, può verificare se ha diritto al bonus tramite tutte le biglietterie, le agenzie di viaggio convenzionate, il self-service, internet e call center, e richiedere alle biglietterie o alle agenzie di viaggio convenzionate, consegnando il biglietto, il rilascio di un bonus nominativo o direttamente l'emissione di un nuovo biglietto per un importo pari al bonus spettante.

Il viaggiatore ha 12 mesi a disposizione per richiedere il bonus e il bonus ha una validità di 12 mesi dall'effettuazione del viaggio.

Quando è previsto il bonus rimborso
•Treni Eurostar: ritardi superiori a 25 minuti;
•treni intercity: ritardi superiori a 30 minuti;
•treni espressi: ritardi superiori a 60 minuti.
A quanto ammonta il bonus rimborso?
Il bonus è pari al 50% dell'importo del biglietto per treni eurostar, al 30% per treni intercity, al 20% per treni espressi.

Rimborso per guasti della climatizzazione
In caso di guasto all'impianto di climatizzazione e di contemporanea impossibilità a trovare una nuova sistemazione su una carrozza climatizzata, non sarà più necessario farsi rilasciare sul biglietto l'annotazione dal personale di bordo. Stesse modalità di richiesta e di rimborso previste per il bonus in caso di ritardo (unica differenza: il bonus non è previsto per i treni espressi).
Notizia tratta da Altroconsumo



permalink | inviato da codreanu il 22/7/2009 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
5 gennaio 2008
PERCHE' FARE SICUREZZA

Si è voluto creare questo blog perchè vogliamo leggere, scoprire, conoscere, vedere il mondo.
Avere la percezione che di persone per bene ce ne sono molte che non scendono in piazza a sfasciare vetrine con un pretesto qualsiasi e che non si accontentano della prassi.
Che non dicono "ormai è andata così"
Noi siamo per quelli che si chiamano dentro, per quelli che non si arrendono, che sbattono la testa addosso ai mulini a vento, ma poi si rialzano e continuano a sapere che Dulcinea sarà libera e felice soltanto se tante brutture verranno cancellate e per farlo bisogna pur che qualcuno le maniche se le rimbocchi!!.               




permalink | inviato da codreanu il 5/1/2008 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 170028 volte

Notizie >giuridiche
Powered by: www.studiocataldi.it 
< La verità fa Essere Liberi. Feed XML offerto da BlogItalia.it



IL CANNOCCHIALE